Sei tra coloro che hanno, hanno avuto o avranno (chi mai può dirlo!) un’idea che gli frulla nella testa ma non riescono a concretizzarla in un business di successo, per “enne” motivi?

Paura, inesperienza, troppe responsabilità tutte sulle tue spalle, mancanza di tempo da dedicare a questo sogno nel cassetto…

Negli anni ho imparato sul campo che non si deve fare necessariamente da soli ma ci si può affidare a chi è in grado di collaborare con noi per far decollare quel sogno.

Ho anche imparato che esistono delle regole ben precise da seguire per trasformare un’idea in un modello di business e che c’è una strategia ben precisa da attuare perché questo progetto sia di successo.

E allora: come si fa a dar vita ad un business project di successo?

5 regole strategiche per trasformare un’idea in un business di successo

#1 Valutare la sostenibilità: quello che ti serve, prima di tutto, è comprendere se quel tuo sogno sarà in grado di dare i risultati sperati, economici prima di tutto!  In altre parole devi capire se davvero vale la pena investire tempo e denaro in questa avventura.  

Come si valuta la sostenibilità di un’idea di business (alias “di un sogno nel cassetto”)? 

La risposta è: con un’attenta analisi degli elementi fondamentali:

  • il mercato potenziale, ovvero di riferimento per il tuo prodotto/servizio
  • i competitors, ovvero le aziende o liberi professionisti che già sono sul mercato con una proposta uguale o simile. Cosa differenzierebbe il tuo modello di business dal loro? Detto più semplicemente (ma non banalmente): qual è l’unicità della tua idea?
  • i costi, legati al prodotto/servizio, alla produzione ma anche alla gestione del business e all’acquisizione dei clienti
  • il margine di guadagno iniziale e futuro
  • ultimo ma assolutamente fondamentale: l’investimento iniziale necessario ed imprescindibile per realizzare il progetto. Il budget a tua disposizione è sufficiente a coprire le spese iniziali e per lanciare il progetto?

#2 Prevedere i rischi: parti dal presupposto che i rischi si nascondono in qualsiasi attività e potresti incontrane anche tu!

Niente paura. Con una buona analisi iniziale e buon piano B sempre pronto non c’è da spaventarsi: sarai pronto a gestire i rischi derivanti senza che questi ostacolino l’attuazione del tuo progetto. La previsione di un rischio è infatti strategica per poterlo prontamente affrontare qualora si presenti, mettendo in atto i correttivi per arginarlo e mitigarlo,

Come fare per prevedere il rischio che si insidia dietro la tua idea di business? 

Identifica i potenziali rischi e assegna a ciascuno probabilità, risorse necessarie per gestirlo e costi derivanti. 

#3 Calcolare il budget e individuare gli obiettivi economici: senza questo passaggio non potrai mai definire il posizionamento del tuo progetto e renderlo vincente.

Hai già valutato i costi nello step 1 della tua strategia, ora devi soffermarti e calcolare come spalmare il tuo budget, ovvero come spenderlo e su cosa e in quali tempi investire.

Una buona pianifica del progetto, che tenga conto degli imprevisti e delle criticità, ti aiuterà ad avere una ‘deadline’ sempre sotto controllo e a non sprecare soldi ed energie.

#4 Pianificare e tracciare il lavoro: l’organizzazione è un fattore chiave e saper gestire il tempo che si ha a disposizione per attuare il progetto, tanto o poco che sia, è pressoché fondamentale.

Un bravo project manager ha una altissima capacità strategica di gestire il tempo grazie alla quale è in grado di lavorare contemporaneamente (e bene) a più progetti, di più clienti. Impara da lui a pianificare in modo preciso tutte le attività necessarie all’attuazione della tua idea e a valutare attentamente i tempi di risposta. Solo così riuscirai a rispettare la timeline e le scadenze. 

Come si fa a pianificare lo sviluppo di un business project di successo e a tenere traccia del lavoro svolto? 

Alla vecchia maniera, ovvero stilando una rigorosa to do list, cartacea o digitale, oppure, ancor meglio, utilizzando i moderni software di gestione dei progetti.

#5 Revisionare e verificare la qualità del lavoro: indispensabile “in itinere” e alla fine, prima del lancio.

Passare dalla teoria alla pratica sembra un gioco da ragazzi ma in realtà questo processo nasconde passaggi insidiosi che possono essere facilmente superati con check costanti sull’attuazione del modello di business.

Tempi e metodi di lavoro prestabiliti sono stati rispettati?

La qualità del lavoro svolto rispetta gli standard prefissati?

I costi sostenuti sono sotto controllo?

Solo tenendo sotto controllo e verificando a intervalli regolari (prestabiliti) questi parametri il progetto supererà la revisione finale e il test di lancio e il successo del tuo business sarà assicurato.

Ti do’ un suggerimento: l’analisi e il confronto dei risultati dei progetti completati forniscono informazioni preziose sulle prestazioni generali future. 

Utilizza questi dati utili per migliorare la produttività e la redditività del tuo business.

E tu a che punto sei con i tuoi progetti di business futuri? 

  • Ne hai uno “nel cassetto” che stai iniziando ad analizzare e verificare a livello di fattibilità?
  • Oppure sei già oltre, in fase di sviluppo del tuo business project ma ne temi i rischi perché non sei sicuro di averli calcolati strategicamente?
  • Hai un problema in fase di calcolo e verifica del budget?

Se pensi di avere bisogno di un confronto, rivolgiti a un project manager: saprà comprendere la tua idea, discernere gli aspetti emozionali da quelli pratici e supportarti in fase di pianifica, organizzazione e attuazione.

Sarà tuo alleato, consulente e angelo custode fidato, fino al lancio del tuo nuovo business!

Un bravo project manager possiede l’importantissima dote della leadership che gli consente di supervisionare e coordinare attività e processi.

È in grado di definire una vision comune, impostare obiettivi e strategie da realizzare, delineare un piano operativo e motivare il personale coinvolto. Te compreso se mai ti ritroverai a tentennare e ad avere paura!

Inoltre, un bravo project manager possiede anche un’ottima capacità di comunicazione, centrale per la corretta gestione del team che collabora nell’implementazione del business model fino al momento del suo lancio sul mercato. 

Fisserà riunioni, invierà email e preparerà relazioni e presentazioni, indispensabili per tenere tutti aggiornati sul flusso di un progetto, nei tempi e nei modi corretti. 

E “last but not least” coordinerà il lancio del tuo nuovo business, scegliendo le tempistiche e i canali da utilizzare: se sbagli il lancio rischi di compromettere tutto il lavoro fatto! 

Cosa ce ne facciamo infatti di un bel progetto se, una volta pronto, non lo comunichiamo nel modo corretto e il nostro potenziale cliente non lo comprende a dovere?

A questo punto ti starai chiedendo: come riconoscere e dove trovare un bravo project manager?

La risposta è qui: contattami! Insieme troveremo il modo perfetto per realizzare la tua idea di business e trasformarla in un modello di business di successo!

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *